In copisteria del Conte, per riscoprire la musica dimenticata

L’ispirazione

“In copisteria del Conte” è un progetto che coinvolge sia la storia che la musica. Essendo violoncellista barocco, la mia passione per tale musica mi ha sempre spinto ad approfondire il suo contesto storico. Questo progetto mira alla registrazione di un CD contenente musica dimenticata dove Genova, luogo protagonista, sarà la guida per la scelta delle composizioni che faranno parte del CD. L’amore per la mia città e l’amore per la storia hanno dato vita all’idea di questo progetto dove l’ascoltatore sarà portato ad immergersi nella Genova della seconda metà del XVIII secolo.

Chi era il Conte?

Il Conte Federico Taccoli nacque probabilmente a Modena intorno al 1727 da famiglia nobile e intorno al 1740 si trasferì a Genova. Lì si impegnò in varie attività tra le quali anche una copisteria di spartiti di cui era proprietario. Dalle informazioni sopravvissute riguardo Taccoli ne deduciamo che non godesse di una grande reputazione. Tuttavia non è da mettere in discussione l’importanza dell’attività della sua copisteria: molta musica è sopravvissuta solo grazie alla sua attività. Questa collezione è parte del prezioso fondo antico della biblioteca del Conservatorio Nicolò Paganini di Genova.

La musica

Per selezionare la musica che sarà parte di questo CD ho seguito tre criteri: 1) il mio interesse si è rivolto esclusivamente a musica strumentale (escludendo quella vocale); 2) ho preso in considerazione composizioni da camera e piccolo ensemble (questo per limitare i costi); 3) ho selezionato musica, possibilmente, non ancora pubblicata su CD.
L’ultimo criterio è stato per me il più importante. Credo fortemente all’importanza nel divulgare musica inedita e dimenticata. Le librerie sono piene di musica dimenticata! Sta a noi musicisti trovarla e suonarla.
Inoltre ho cercato di selezionare brani per diversi ensembles , in modo da creare una tavolozza di suoni che fosse la più varia possibile. Qui sotto troverai la lista delle composizioni che ho selezionato:

  • Pietro Nardini (1722-1793), Due quartetti per archi
  • Michele Gallucci, Sonata per violoncello e basso
  • Carlo Ferrari (1714-1790), Due “Gare” per due violoncelli
  • Emanuele Barbella (1718-1777), Due sonate per due violini soli
  • Gasparo Arnaldi, Due Sonate per salterio, violino e violoncello
  • Luigi Boccherini (1743-1895), Sonata per violoncello e basso G579 

Il tuo aiuto

SENA Muziekproductiefonds supporterà questo progetto dando il massimo contributo. Grazie a loro sarò in grado di coprire parte dei costi di produzione del CD. Il tuo aiuto sarà necessario per coprire i costi rimanenti, incluse le spese che riguardano la parte organizzativa della settimana di registrazione, come ad esempio l’affitto della location e le spese dei trasporti.

VideoTour: “I luoghi musicali della Superba”

Se questa raccolta fondi avrà successo produrrò un video documentario dove ti mostrerò Genova, portandoti nei luoghi testimoni della sua vita musicale. Un tuffo nel passato di una città che era in quell’epoca un importante centro culturale e che ha ospitato i più importanti artisti.

La raccolta fondi è aperta!

Questo progetto è supportato da:

Fonti e link
 
Bongiovanni, Carmela. “LUIGI BOCCHERINI A GENOVA (1765, 1767): NOVITÀ E PRECISAZIONI.” Rivista Italiana Di Musicologia, vol. 41, no. 1, 2006, pp. 65–99. JSTORhttp://www.jstor.org/stable/24325828. Accessed 5 Oct. 2022.
 
Mingozzi, Davide. “Una famiglia di copisti e suggeritori a Genova: i Taccoli e il Teatro.” Il Paganini, Quaderno del Conservatorio “N. Paganini” di Genova, n° 6, 2020, pp. 103-115.